Skip to content Skip to footer

Gli incontri in occasione del 25 novembre 2021

Il racconto della volontaria del Servizio Civile

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ho partecipato ad alcuni eventi. Questi incontri, previsti anche dal progetto del Servizio Civile Universale in quanto parte della formazione specifica e partenariato, avevano l’obiettivo di sensibilizzare ulteriormente le persone sul tema della violenza di genere che ancora nel 2021 viene considerato come una piaga sociale.

Giovedì 18 novembre ho partecipato, a Schio, al convegno pubblico “Da uomini contro a uomini per contrastare la violenza degli uomini maltrattanti, organizzato dall’associazione “Donne per le Donne” di Schio. L’incontro è iniziato con una breve presentazione dello psicologo Daniele Tarabini, di alcuni dati ottenuti grazie ad un questionario, inviato ai comuni del distretto sanitario 2. Successivamente, sono intervenuti Maria Merelli, rappresentante dell’associazione “LeNove” di Modena che si occupa di studi e ricerche sociale, e Antonio Di Donfrancesco, psicoterapeuta del “Gruppo R” di Padova nel percorso di antiviolenza per uomini. In seguito, la psicologa del comune di Schio, Lina Scarpari ha fatto un breve intervento facendo capire che con la pandemia di COVID-19 le violenze di genere e i maltrattamenti sulle donne sono aumentati. Al termine della serata Giacomo Mambrini ha riportato la sua testimonianza di appartenente all’associazione nazionale “Maschile Plurale” di Verona che vuole aiutare a prevenire la violenza sulle donne.

Domenica 21 novembre, presso l’associazione di “Presenza Donna”, è stato presentato il libro di poesie ed illustrazioni “Un gioco che non sono io” scritto da Elisa Cordovani e illustrato da Alice Walczer Baldinazzo. Tra le varie domande, proposte dal conduttore Carlo Trentin, ci sono stati anche degli intermezzi musicali di Thomas Sturaro. Al temine della presentazione è stata poi inaugurata nella Sala degli archi la mostra sulle illustrazioni che è rimasta aperta per il resto della settimana.

Infine giovedì 25 novembre è stato presentato dalle compagnie teatrali “La Colombara” e “Lunaspina” lo spettacolo “Quello che le donne non dicono” a Breganze. Durante l’incontro, le ragazze della compagnia “La Colombra” hanno raccontato 5 storie di donne che nella vita sono riuscite, grazie ai loro sacrifici e alle loro fatiche, ad ottenere importanti risultati e le ragazze della compagnia “Lunaspina” hanno fatto la stessa cosa ma attraverso le canzoni. L’obiettivo della serata era quello di infondere speranza per far sentire le donne che vivono una situazione di violenza meno sole.

Questi incontri mi hanno fatto riflettere molto e credo che per una donna, trovarsi in una situazione di violenza sia molto difficile denunciare e chiedere aiuto. Sarebbe importante che questo tema venisse affrontato tutto l’anno affinché questa piaga si possa combattere senza lasciare da solo nessuno/nessuna

                                                                                                                                                                                                                               Astrid Caleffa

Leave a comment