Itineraio di formazione 2010-11

  • 29.10.2010

Ai gruppi AM.OR:  donne amiche delle Suore Orsoline, che ispirate dai valori evangelici,  si incontrano, si interrogano, riflettono, pregano e agiscono, nella comunità ecclesiale e sociale. Il lungo cammino ci ha rese sempre più sensibili e attente alle problematiche emergenti e al tempo stesso ci fa sentire in modo forte l’urgenza di consolidare l’identità femminile, attingendo alle sorgenti vitali della Parola di Dio.

Ogni anno, nei momenti di verifica e programmazione annuale, raccogliamo la ricchezza di desideri e di proposte, di attese e di prospettive per continuare la nostra formazione e il nostro impegno operativo. Ogni anno, sempre di  più, nel Convegno annuale si apprezzano l’evoluzione, la capacità riflessiva ed espositiva, la forza e la gioia che viene dal contatto interiore con se stesse e dall’essere insieme ad altre donne.

Tutto questo riaccende e ravviva  nelle Suore Orsoline l’impulso con il quale lo Spirito le chiama a partecipare "all’opera evangelizzatrice della chiesa, promuovendo una cultura  cristiana nel nostro servizio educativo, pastorale e sociale, specialmente rivolto allo sviluppo del femminile, nei contesti in cui siamo inserite”; "Siamo chiamate  a compiere le scelte più idonee alla promozione della donna in tutti  gli aspetti della sua vocazione”. (Costituzioni 3,20)

Lo Spirito, per sua natura fonte di comunione, partecipa lo stesso dono alle laiche simpatizzanti, perché in loro si ravvivi, nella forza del battesimo, una femminilità generosa e germinativa di fermenti evangelici.

Nella elaborazione dei nostri percorsi, a volte poniamo come punto di partenza le varie problematiche della vita, per poi illuminarle con la Parola di Dio. Quest’anno, tenendo conto della richiesta di varie amiche, suggeriamo come linea portante la conoscenza di alcune donne della Bibbia, che nel loro vissuto incrociano difficoltà e problemi simili a quelli che viviamo ai nostri giorni. Dal loro pensare, credere e agire, possiamo trarre ispirazione per le nostre scelte.

Ci sarà qualche variante nel metodo. Proprio a partire dal rispetto per l’intelligenza e la capacità di ciascuna di elaborare i dati di conoscenza, pensiamo di offrire come riferimento comune il testo: "REGINA E SELVAGGIA”, donna vivi quello che sei, di Linda Jarosch e Anselm Grun – ed San Paolo, accompagnato da una traccia  semplice, che può dare qualche indicazione per la lettura del testo stesso.

Le figure femminili presentate sono prototipi che ci aiutano a scoprire e a vivere la nostra essenza di donne, indicano una via per sanare "ferite”, aiutano a trovare la propria totalità e salvezza. Il contatto con il potenziale già presente in noi offre nuova gioia alla nostra vita, ci rende grate delle possibilità, delle capacità e del modo unico in cui ciascuna vive l’essere donna, ci anima a dispiegare la vita in un rinnovato dono.

Eventuali interrogativi che possono sorgere nel cammino, o intuizioni in prospettiva di futuro, potrebbero essere raccolte e diventare oggetto di approfondimento nel prossimo Convegno AM.OR.

La commissione augura a tutte di godere l’impulso creativo dello Spirito.

                            Teresa, Mariaemma, Suor Mariagrazia Zarantonello, Suor Graziana, Suor Giannina

 

 

 

Donne bibliche e problemi di ieri e di oggi

 

 

-         Agar, l’abbandonata

 

-         Ester ,la regina

 

-         Eva, la madre

 

-         Rut, la straniera

 

-         Marta e Maria, l’ospite e l’artista

 

-         Maria, colei che trasforma

 

-         Lidia, la sacerdotessa

 

Allegati

Itinerario2010-2011.pdf | pdf723 Kb |

©2015 Associazione Centro Documentazione e Studi “Presenza Donna”, Contrà Mure Pallamaio 23, 36100 - Vicenza - P.IVA: 02540700248

User Login
Non sei registrato? fallo ora!